Pariani Selleria: più di un secolo di tradizione,
più di un secolo di innovazione

GLI INIZI

La lunga e affascinante storia della selleria Pariani è iniziata nel 1903, a Milano, in Corso Vittorio Emanuele 39, a due passi dal Duomo. Lì, sotto l’ insegna “Mode Pariani, Biancheria confezionata su misura, camicie, cravatte e guanti. Articoli inglesi”, aveva la sua sede uno dei più rinomati negozi della città.

LA SVOLTA

La ricerca della qualità, l’attenzione al dettaglio e l’insistenza di alcuni suoi clienti che chiedevano perché, invece di importare selle dall’Inghilterra, non ne producesse di sue, spinsero il proprietario Adolfo Pariani, a intraprendere un cammino che sarebbe stato lungo e glorioso. Una storia che da quasi 120 anni vede la stessa famiglia – i Pariani Mutinelli, ora alla quarta generazione – alla guida dell’azienda.

L’INCONTRO

Per Adolfo Pariani le cose o si facevano bene o non si facevano. Per questo si rivolse al più grande di tutti, a quel Federico Caprilli che proprio in quegli anni stava mettendo a punto la sua rivoluzione equestre. A Pariani servivano consigli; a Caprilli una sella che lo aiutasse a mettere in pratica il suo pensiero di un’equitazione fatta assecondando – e non contrastando – i naturali movimenti del cavallo.

UNA SELLA INNOVATIVA

Fu così che iniziò la magia e nacque la sella Pinerolo, dalla cittadina piemontese sede della famosa Scuola di Cavalleria. Una sella così innovativa da essere studiata negli anni a venire in tutto in mondo. Pariani è stata, infatti, la prima selleria al mondo a impiegare – oltre a pellami di altissima qualità – un arcione flessibile, elastico e ammortizzante. E ancora oggi ogni suo arcione – componente base della sella -è prodotto artigianalmente e verificato uno a uno.

GRANDI PERSONAGGI

Da allora la storia della Pariani, delle sue selle e dei suoi finimenti, è costellata di nomi che hanno fatto la storia dell’ultimo secolo: decine di grandi personaggi come la Regina Elisabetta d’Inghilterra, Ronald Reagan, Gabriele D’Annunzio, il Generale Patton, Gianni Agnelli e decine di molti altri sono stati clienti della selleria milanese.

LA SELLA DEI VINCITORI

I più grandi cavalieri hanno montato per tutta la vita con selle Pariani: dai fratelli D’Inzeo a Graziano Mancinelli, da Giorgio Nuti a Guido Dominci a Filippo Moyersoen. Dalla fondazione della selleria, tutte le medaglie olimpiche italiane (e molte di altri paesi) sono state vinte montando con selle Pariani! E fu sempre con una Pariani che Antonio Gutierrez conquistò, nel 1937, il record mondiale di elevazione, saltando un ostacolo posto a m. 2,44. Anche il mondo dell’ippica è costellato di imprese di cui le selle Pariani sono state coprotagoniste. Cavalli mitici come Nearco, Ribot e Molvedo hanno raggiunto i loro insuperabili traguardi portando sulla schiena, sempre, selle Pariani.

LA STORIA CONTINUA …

Seppur legatissima alla sua tradizione ultrasecolare, Pariani – nata innovando radicalmente – continua a lavorare sulla ricerca e lo studio di soluzioni specifiche e “su misura” per ciascuno dei suoi clienti. Per questo continua ad appoggiarsi alla competenza dei cavalieri professionisti e a far testare da loro, rigorosamente, le sue selle. Oggi Pariani è l’ unica selleria italiana – una delle pochissime al mondo – a fabbricare le sue selle “custom”, tutte a mano, nel suo laboratorio di Milano.